domenica 24 marzo 2013

Celebrazione di Ostara e nuovi semini piantati

La celebrazione di Ostara di oggi arriva per me come una ventata di aria fresca dopo giorni un po' bui.
E' tutta la settimana che sono a casa per una pseudo influenza intestinale e gastrite annessa.
Diagnosi della dottoressa: forse una forma virale forse lo STRESS. Eccolo lì, puntuale, mi aspetta sempre dietro l'angolo: il momento in cui si accavallano tante cose insieme, il lavoro che in questo periodo mi da il voltastomaco per tanti motivi che non ho voglia di raccontare qui, la casa nuova che non finisce più, Tommy che mi sembra sempre una fatica da crescere e io che divento sempre più isterica dal mattino, quando non riesco a dormire quanto vorrei e quanto ne avrei bisogno.
Oggi, però, la celebrazione di Ostara mi ha dato una spinta in più. E' stata la prima celebrazione che ho vissuto in pubblico ed è stato molto emozionante: l'apertura del cerchio, la benedizione, la meditazione di gruppo.....è stato tutto molto sereno e coinvolgente, come una luce dorata che inonda il mio cuore e lo ripulisce di ogno problema e tensione.....ed era proprio quello di cui avevo bisogno!
Nel rituale abbiamo anche compiuto il gesto simbolico della semina: abbiamo preso dei barattolini di terra e li abbiamo riempiti con dei semini, io ho scelto quelli della Calendula, pianta a me cara. Mentre li piantavamo dovevamo visualizzare un intento da realizzare da qui a Mabon, l'equinozio di autunno.
Spettacolare è stata anche la messa in scena dell'incontro tra il Dio e la Dea, che si innamorano a Ostara e proseguono il loro cammino d'amore insieme e intanto la natura assopita si risveglia e tutti osservano quanta bellezza e amore c'è intorno.
Insomma, sono tornata a casa con il cuore gonfio di gioia, nonostante i problemi e le tensioni degli ultimi mesi, nonostante Tommy anche stasera abbia fatto mille capricci e pianti per andare  a dormire, nonostante la mia stanchezza che ormai non recupererò più, perchè come dico sempre, i genitori non hanno ferie......
i miei semini sono lì, sull'altare in attesa di nascere e con loro anche il mio intento......vediamo se ci riuscirò!

Buona settimana a tutti!



5 commenti:

Cicabuma ha detto...

capisco la tua stanchezza ma vedrai che riuscirai a recuperare. I bambini sono faticosi ma sanno anche capire, a volte non si capisce come, che la mamma ha bisogno di riposo.
Ma che bella questa celebrazione!!! E che bella l'idea dell'altare con i semini!!!
Un bacio
Francesca

Chandana ha detto...

Mi unisco a Cicabuma, è molto bella la celebrazione alla quale hai partecipato e l'idea dei semini mi è piaciuta moltissimo :) Questo post mi è stato d'ispirazione, un abbraccio

Claudia *Elbereth* ha detto...

Ma che bello cara!!! Anche a me piacerebbe tanto partecipare a qualche celebrazione pubblica ma non conosco nessuno e la timidezza alla fine prende il sopravvento :(

Che questa primavera ti porti una nuova sferzata di energia e vitalità!! Ti mando un grande abbraccio!!

MissMeletta ha detto...

Che bella questa celebrazione! Anche qui l'influenza ha colpito, io per ora risparmiata ma reclusa ugualmente in casa per assistere i due "uomini" padre e figlio... Noi abbiamo festeggiato sia preparando le uova colorate che "piantando" fagioli in un barattolo per far osservare al cucciolo il potere della germogliazione :)

Francesca ha detto...

Imparo sempre cose nuove leggendo i tuoi post! Sono celebrazioni che non conosco ma che mi affascinano!
Capisco il tuo momento "uff", mettici anche il cambio di stagione, ed è facile sentirsi più stanchi del solito. (io ho iniziato a prendere delle vitamine, sennò non stavo proprio in piedi!)
Discorso fimo: cosa essere medium? :)
Non lo conosco, ma... devo confessarti una, anzi DUE cose: il fimo è SOFT e il problema è che è dell'anno scorso. Me pasticciona. Comunque grazie per i consigli, è sempre utile confrontarsi con chi ne sa di più! :)